Calciomercato Serie A 2022/23 – Il Pagellone di tutte le squadre

Si è concluso il calciomercato della Serie A, che anche quest’anno ha proposto operazioni importanti che potranno stravolgere la forza di alcune squadre o indebolirne altre. Andiamo a vedere quali squadre secondo noi hanno realizzato il migliore mercato possibile, quali si sono rinforzate e quali si sono indebolite.

pagellone-calciomercato

Atalanta: voto 6-

Hanno provato a comprare e lo hanno fatto cercando indubbiamente di costruire e non di distruggere, ma c’è qualcosa nel loro modus operandi che ancora non ci convince.

L’Atalanta ha preso giovani interessanti di prospettiva anche da inserire subito come titolari ad esempio Ederson in mezzo al campo arrivato dalla Salernitana sarà la pedina validissimo per il futuro.

Soppy a tutta fascia è il profilo perfetto per ricostruire l’Atalanta dei vecchi tempi così come Lockman davanti è già il degno sostituto di Muriel.

Il problema è che secondo noi l’Atalanta non doveva “puntellare”, ma forse fare qualcosa di più.

L’ottavo posto dello scorso campionato ha avuto un sapore amaro, il sapore di una squadra che forse ha finito il ciclo aggiungendoci poi che la squadra a gennaio ha perso Gosens, mentre in questa sessione di mercato ha salutato una pietra miliare del centrocampo come Froiler.

La sensazione che il calcio mercato sia buono ma che si chiedeva di più proprio perché si partiva da più dietro.

Bologna: voto 5

Solito mercato di smantellamento nel quale si è corso dietro al dio denaro.

Perso Theate dietro, Hickey sulla fasce e Svanberg in mezzo al campo, si è provato a sostituirli volando però come al solito al ribasso decidendo quindi di adattarsi ed incrociare le dita senza mai andare a migliorare la rosa.

Tutti i giovani presi sono interessanti da Posch a Moro passando per Lukumì e Ferguson, ma spesso fatico a capire la progettualità del club rossoblu.

La mossa che comprendo meno è la cessione di Hickey, sostituita da Cambiaso un prestito secco o da Lykogiannis, sul quale è faticoso provare a parlare di futuro.

Davanti a determinate cifre i rossoblù non possono non cedere, ma almeno mi aspetto che il mercato sia un tentativo stile Atalanta degli ultimi anni, invece mi sembra sia il solito salto nel vuoto.

Siamo curiosi di vedere Zirkzee col Bologna questo sì…

Cremonese: voto 6 e mezzo

Fra il dire e il fare c’è di mezzo un mare di forze perché i grigiorossi hanno cambiato tutta la squadra, hanno ripreso Carnesecchi in porta acquistando anche Radu dietro l’esperienza di Chiricheș guiderà la difesa, mentre a centrocampo ottimi gli arrivi di Ascacíbar e Escalante. Preso Ghiglione, ormai calciatore da piccola che deve salvarsi, sebbene i grandi botti arrivino davanti con gli innesti di Okereke, Dessers, finalista di conferenze con il Feyenoord e Afena-Gyan.

L’unico mio dubbio è legato alla capacità nel pronti via della squadra; molti calciatori non sono abituati a sgomitare per salvarsi e questo alla lunga potrebbe pesare.

Empoli: voto 6 e mezzo

Il calciomercato dei toscani è stato a mio avviso fra i più intelligenti.

Costretti per necessità a reinventarsi hanno perso calciatori di valore certo come Żurkowski, Cutrone e Pinamonti tutti per fine prestito, ma hanno provato a sostituirli degnamente a centrocampo con il nome di Marin e Grassi.

Davanti Lammers è la vera scommessa con Destro che rappresenta la certezza del gruppo.

Satriano arriva per fare il medesimo percorso di Pinamonti, sebbene il ragazzo pare essere ancora troppo grezzo per questo.

Pjaca è un punto interrogativo, e dietro sono forse troppo deboli con il doppio innesto di De Winter e Luperto.

Oggettivamente non crediamo si possa dire che loro non abbiamo operato egregiamente; con poco budget dal quale attingere e con pochi introiti economici crediamo che abbiano fatto il massimo.

Fiorentina: voto 8

Mercato magistrale quello che fa la squadra viola in vista del ritorno europeo dopo cinque anni.

Ceduto Dragowski che non dava più alcuna certezza, arriva Gollini (un ritorno tra l’altro).

Sulla fascia è perfetto l’innesto di Dodò, che giunge per prendere il posto di Odriozola che era in prestito secco.

In mezzo al campo la partenza di Torreira, era sicuramente pesante, dovrà essere sostituita già dalla presenza di Amrabat, invece sono arrivati anche Mandragora e soprattutto il colpaccio Barak, che agirà da mezzala di inserimento.

Il colpo di scena però lo mette a segno in attacco perché a sostituire Piatek arriva Jovic, con una formula straordinaria in cui i gigliati lo ricevono praticamente in regalo.

Un miracolo della Fiorentina che al netto delle cessioni si è rinforzata assolutamente.

Inter: voto 6 e mezzo

Calciomercato a mio avviso più che sufficiente; non comprendo sinceramente le varie lamentele soprattutto dei tifosi dell’inter; nessun pezzo pregiato è partito, Bremer non è arrivato perché Skriniar non è andato via, l’attacco dello scorso anno è stato confermato con l’aggiunta non proprio indifferente di Romero lukaku.

Dopo mesi di attesa è arrivato anche il vice Brozovic, Asslany.
Bellanova strizza l’occhio alla prospettiva, mentre Acerbi è super funzionale con l’ex lazio che conosce benissimo Inzaghi e che darà una mano nei tre dietro.

Inoltre Mkhitaryan come vice Calhanoglu e Onana per il futuro della porta, possiamo dire non male…

Juventus: voto otto e mezzo

Ho letto tantissimi commenti negativi, ma state scherzando???

L’unica grande perdita oggettivamente è De Light, in quanto Dybala è stata una scelta condivisa.

Arriva Bremer dietro, Paredes in mezzo al campo, Pogba come stella, Kostic sulle fasce, Di Maria a dare qualità e Milik a sostituire il partente Morata.

La squadra è stata rinforzata e rinfrescata; la Juventus è pronta a vincere o almeno questo deve necessariamente essere l’obiettivo.

Da non dimenticare l’essere riusciti a piazzare Arthur.

Lazio: voto 7 e mezzo

Vi sorprenderemo, ma secondo noi La lazio ha fatto un gran mercato.

Gli arrivi in porta di Maximiano e Provedel svecchiano e rinforzano un reparto che andava cambiato.

Dietro è stato preso Romagnoli che con il cuore aiuterà tanto, Casale e Gila sono giovani e validi e non saranno un downgrade della partenza di Acerbi e Luis Felipe.

Benissimi anche Marcos a centrocampo e Vecino in mezzo al campo, non male tra l’altro Cancellieri come Vice.

Insomma, ad esser sinceri, credo che la Lazio abbia fatto un mercato di tutto rispetto.

Lecce: voto 7+

Già l’arrivo di Umtiti parla da sé, poi se dietro ci aggiungi anche Pongracic, i salentini hanno formato un reparto assurdo per una neo promossa.

In porta Falcone può valere i punti salvezza; interessante Frabotta, davanti Banda ha già fatto vedere belle cose, Ceesay può essere un crack e lo ha già fatto vedere in Svizzera, state assolutamente attenti a loro.

Ovviamente li valuteremo durante l’anno però per il momento guardando solo il calciomercato possiamo fargli anche un applauso.

Milan: voto 7 e mezzo

Anche il Milan merita un voto alto: solito calciomercato intelligente, che strizza l’occhio alla famosa linea verde che i rossoneri stanno portando avanti.

ThiawVranckx e Dest sono tutti sulla stessa lunghezza d’onda, molto giovani e di futuro certo.

De Ketelaere è un investimento più che certo, Origi invece mi incuriosisce sebbene credo che con questo Giroud giocherà davvero poco.

Non è stato sostituito Kessie, ma con Bennacer titolare B. Diaz in panchina va benissimo.

Monza: voto 8

Diamo 8 per i nomi, ma sono un’incognita.

Hanno comprato mezzo mondo: Cragno, i 2 Ranocchia, Marlon, P. Marì, Rovella, Pessina, Birindelli, Caprari, Petagna, Magnani, Sensi, e alla fine anche Izzo.

Potenzialmente sono da decimo posto, ma ad oggi hanno zero punti… beh siamo a scatola chiusa…

Napoli: voto 7 e mezzo

I napoletani probabilmente mi insulteranno ma questo Napoli è assolutamente un’incognita.

Sufficienti poco più perché hanno perso Ospina, Koulibaly, Insigne, Mertens e Fabian Ruiz.

Hanno comunque ringiovanito molto il gruppo,  Kvaratskhelia è partito benissimo, Ndombélé è tanta roba, ma dobbiamo vederlo in questo campionato, Kim oggi non è KK, ma vediamo…

Bene Raspadori, Simeone e Olivera ma stiamo ripeto a scatola chiusa.

Roma: Voto 8 e mezzo

Nessun big e ceduto e solo rinforzi; non capita davvero mai che diamo un voto alto alla Roma, ma stavolta Tiago Pinto ha fatto un miracolo nel miracolo.

Partiamo dalle uscite: Diawara, Calafiori, Carles Perez Reynolds e molti altri, poi gli innesti.

Preso Dybala, come presi a centrocampo Matic e wijnaldum, ma anche Kamara per la panchina, davanti Belotti per fare il panchinaro: mercato sontuoso nulla da dire

Salernitana: Voto 8 e mezzo

Regina del mercato: per essere la Salernitana ha dimostrato che non vogliono sia un caso la salvezza dello scorso anno.

Dietro interessante l’innesto di Lovato, Candreva sulla fascia è ottimo, Vilhena e Maggiore in mezzo al campo, davanti Botheim e Piatek.

Arriva anche B. Dia dal Villareal, SURREALE!

Sampdoria. Voto 5 e mezzo

Non ci piace, mercato scarno e fatto di figurine; Djuricic è interessante ma discontinuo, Villar bisogna vedere se è pronto (e prima di oggi non lo era), Winks dà l’idea di essere una figurina…

Il mercato della samp continua a non convincerci affatto e la squadra, la rosa per come e stata messa in piedi, sinceramente, ci dice poco o nulla,  comunque poi parlerà il campo…

Sassuolo: Voto 6 e mezzo

Interessante, ma nulla di eccezionale: Pinamonti buono per sostituire Scamacca, ma bisogna vedere…

Alvarez intrigante, Thorstvedt bene per la trequarti, ma hanno perso anche Raspadori.

Curiosi di vedere Erlic tornato dal prestito, per il resto vedremo…

Spezia: Voto 6

Semplicemente 6: si è scelto di tenere l’ossatura, partiti Maggiore e Provedel, sono arrivati Dragowski e l’esperienza di Ekdal.

Vediamo se questo per il difensore Ampadu sarà l’anno buono, per il resto sufficiente, niente più.

Torino: Voto 6+

Sono riusciti a salvarsi in corner, nonostante le partenze di Belotti, Pobega, Brekalo e Bremer.

Da Sanabria non credo ci si possa aspettare 20 gol, ma bene gli arrivi di Radonjić, Vlasic e Miranchuk.

Curioso di Schuurs e della scommessa Lazaro.

Udinese: Voto 6-

La partenza di Soppy e Molina pesano: il mercato è poco meno che sufficiente, qualcosa di più si poteva fare, ma molti nomi sono ingiudicabili e tanti non li conosciamo ancora.

Vedremo se Masina potrà essere un buon acquisto.

Hellas Verona. Voto 4 e mezzo

Hanno perso Casali, Simeone, Caprari, Cancellieri, Barak, come vero rinforzo è arrivato forse solo Henry, sinceramente non siamo convinti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scegli una lingua
Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish

Carta Platino American Express