Come giocare a Poker – Lezione 2

Come giocare a Poker – Lezione 2

Continua la nostra serie di lezioni dedicata al gioco del poker: per hi avesse perso la prima lezione, può trovarla cliccando qui

In questa lezione andremo a spiegare le regole fondamentali e di base per quanto riguarda l’organizzazione di un torneo.

Si parte!

scuola di poker - lezione 2

Il torneo di Poker: regole di base

Il passo fondamentale per la trasformazione del poker in un vero e proprio sport della mente al pari di scacchi bridge e backgammon, è stato lo sviluppo della formula di torneo; ecco come funziona:

Tutti i partecipanti pagano la medesima quota di iscrizione e ricevono un uguale ammontare di chips

Queste chips non sono altro che i gettoni del valore unicamente nominale che vengono usati per fare le puntate

I giocatori verranno quindi suddivisi in tavoli da 9 giocatori l’uno; il numero dei tavoli ovviamente varia a seconda del numero dei partecipanti.

Ci sono tornei con migliaia di iscritti e centinaia di tavoli!

Quando un giocatore finisce le sue chips è fuori dal torneo, e man mano che il numero di giocatori diminuisce questi vengono smistati nei tavoli in cui si sono liberati dei posti mantenendo così sempre equilibrato il numero dei giocatori per tavolo.

livelli-piccolo-e-grande-buio

 

In un torneo si gioca con i valori di piccolo e grande buio che aumentano a ogni prefissato intervallo di tempo, chiamato livello

In questo modo la durata del torneo viene tenuta sotto controllo e giocatori via via “superstiti” sono sempre al centro dell’azione.

Sui portali di gambling che trovi nella nostra home page, potrai trovare moltissimi tornei ad iscrizione completamente gratuita e altri a cifre per tutte le tasche.

Una vera e propria sfida intellettuale, uno sport nel quale si entra in competizione con migliaia di avversari.

Se il torneo è la formula di gioco più simile ad uno sport, il cash game è invece la disciplina che molti ritengono il vero poker l’archetipo del gioco che tutti abbiamo ben impresso nella nostra immaginazione.

Un certo numero di giocatori siedono attorno a un tavolo cercando di portarsi via null’altro quante più chips possibile, ma ora le chips non sono solo un numero corrispondono a soldi veri.

Nei tornei paghi un buy in e ricevi un determinato ammontare di chips.

Quando ad esempio punti 1000 (mille) sei perfettamente conscio che non si tratta di euro o di dollari, ma che sono semplicemente chips, punti che servono a valutare la tua posizione nel torneo.

Nel cash game le tue chips non sono più fittizie, ma corrispondono esattamente al denaro che ti stai giocando: NEL CASH GAME LE CHIPS EQUIVALGONO AD EURO

Cambia quindi il modo di considerare le puntate e dovrai sempre averlo ben chiaro in mente.

Il gioco è lo stesso, le mani si svolgono nello stesso modo, ma è la struttura la regolamentazione del gioco che cambia

I bui restano sempre costanti: OGNI TAVOLO HA BUI SEMPRE UGUALI

Questa è la differenza principale, che comporta, come vedremo in seguito, differenti strategie.

Ci si può sedere a un tavolo in qualsiasi momento (unica condizione è che ci sia un posto libero), altrimenti si entra in lista d’attesa.

Quando il posto sarà libero, la poker room automaticamente ti inviterà a prendere posto.

Non è definita una quota fissa da pagare per sedersi al tavolo: ogni tavolo ha i suoi limiti, che determinano il minimo e il massimo ammontare di chips che il giocatore può mettersi davanti quando si siede.

Ne consegue che i giocatori si possono sedere con quote diverse.

Infine, in qualsiasi momento puoi decidere di alzarti dal tavolo e andartene con le tue chips.

LE REGOLE DEL GIOCO

Prima di addentrarci nelle strategie di gioco diamo un’occhiata alle regole base del texas hold’em.

Si gioca con un mazzo di 52 carte dei quattro semi di cuori, fiori, picche e quadri

I semi hanno un valore assolutamente equivalente e per ognuno di essi ci sono 13 carte.

Per effettuare le puntate si usano gettoni tondi chiamati chips che nei tavoli online vengono rappresentati così

fish

A un tavolo di poker possono sedere da 2 a 9 giocatori e le posizioni si stabiliscono in senso orario a partire dal giocatore alla sinistra del mazziere virtuale, ovvero il DEALER

senso-orario

Come giocare a Poker – IL VALORE DELLE MANI

Esistono molte varianti di poker, ma in tutte quante c’è uno scopo preciso: vincere

Qualunque sia lo stile che vuoi praticare in ogni mano cercherei di ottenere combinazioni di cinque carte del maggior valore possibile ed effettuerà una serie di puntate con lo scopo di aggiudicarti il piatto cioè l’insieme di tutte le chips che sono state puntate in quella mano.

Per raggiungere questo obiettivo hai due modi: mostrare la combinazione migliore al termine delle puntate, oppure fare una puntata che nessun altro giocatore è disposto a vedere.

diamo un’occhiata alle combinazioni possibili partendo dalla meno importante e andando a salire.

Come giocare a Poker – LE COMBINAZIONI

HIGH CARD

Il punto più basso che puoi fare è la carta alta, HIGH CARD

highcard

Con cinque carte spaiate conta quella più alta in questo caso il Re

COPPIA

 

Due carte dello stesso valore più altre tre carte spaiate

DOPPIA COPPIA

doppia-coppia

 

Due coppie separate più una quinta carta spaiata

TRIS

tris

 

Se invece la nostra mano è composta da tre carte dello stesso valore, più altre due carte spaiate abbiamo fatto un tris

SCALA

scala

Sopra il tris c’è la scala, 5 carte con valori in sequenza, ma non tutte dello stesso seme

SCALA COLORE

scala-colore

 

Al contrario con cinque carte tutte dello stesso seme, ma non in scala, abbiamo in mano un colore

FULL

full

 

Il Full invece è composto da tre carte dello stesso valore più due carte di un altro valore, quindi da un tris e una coppia.

Attenzione: se sei un giocatore del classico poker all’italiana, nel Texas Hold’em il Full vale più del Colore e questo perché con il mazzo da 52 carte le probabilità di fare Full sono inferiori a quelle di chiudere un Colore.

POKER

poker

 

Eccoci arrivati alla mano più famosa, il Poker, ovvero, 4 carte dello stesso valore e un’altra carta qualsiasi.

SCALA COLORE

scala-colore

 

Ma non è finita: si può battere il Poker, con la Scala Colore: 5 carte dello stesso seme in sequenza

SCALA REALE

scala-reale

 

Forse ti capiterà una volta nella vita di chiudere il punto più importante a Poker, la Scala Reale, ovvero la più alta combinazione possibile: 5 carte dello stesso seme in scala dal 10 all’asso cioè una Scala Colore all’Asso.

Come giocare a Poker – LE AZIONI SUL TAVOLO

Una mano di Poker consiste sempre in una serie di azioni con le quali i giocatori scommettono che le loro carte alla fine della mano saranno le migliori tra quelle rimaste in gioco.

Vediamo le varie possibilità che incontrerai al tavolo online.

Quando non vuoi ne puntare né passare, se nessuno prima di te ha puntato, puoi cliccare CHECK cioè non aggiungi nulla ciò che è già nel piatto e passi la parola al giocatore seguente.

Oppure puoi decidere di puntare, cioè fare una nuova scommessa, mettendo nel piatto un certo numero di chips che gli avversari per rimanere in gioco dovranno almeno pareggiare.

Quando questa opzione è possibile, al tavolo compare il pulsante BET

Puoi scegliere la cifra da puntare fra quelle proposte automaticamente o digitarla nell’apposito spazio.

Quando invece, dopo che un avversario ha già puntato, puoi aumentare la scommessa, puoi cliccare sul tasto RAISE mettendo così nel piatto l’ammontare della puntata avversaria più un nuovo ammontare.

Al tavolo compare il pulsante RAISE quando questa opzione è possibile e anche qui come per il tasto BET puoi scegliere la cifra da puntare fra quelle proposte automaticamente o digitarla nell’apposito spazio.

Se invece è andata male e vuoi scartare la tua mano puoi cliccare FOLD che significa non accettare la scommessa avversaria e ritirarsi dalla mano in corso.

Un giocatore può sempre farlo anche se continuare non comporterebbe nessuna perdita di chips, per esempio dopo un check avversario.

Inoltre se il FOLD e l’ultima azione della mano il giocatore ha diritto di scoprire le carte che sta scartando facendole vedere a tutti gli altri.

Nel gioco online in questi casi compare l’operazione MOSTRA / NASCONDI

Scegliendo NASCONDI le carte vengono scartate senza essere mostrate.

Quando un avversario ha puntato e vuoi solamente vedere puoi cliccare CALL che significa accettare e quindi pareggiare l’ultima scommessa effettuata sia essa è stata una puntata o un rilancio.

Ci sono poi le puntate obbligatorie, che toccano a turno a ogni giocatore del tavolo.

All’inizio di ogni mano, il giocatore alla sinistra del bottone, cioè colui che funge da Mazziere per quella mano, mette nel piatto un ammontare fisso stabilito a priori detto SMALL BLIND o piccolo buio mentre il giocatore seguente ne mette un secondo chiamato BIG BLIND o grande buio di valore generalmente doppio del precedente.

Come giocare a Poker – CONCLUSIONI

Ora che hai imparato le regole base del poker potrai cominciare ad allenarti in uno dei tavoli proposti nei portali che trovi sul nostro sito.

Un’ultima cosa: giocare online ha il grande vantaggio che tutte le possibili azioni che abbiamo spiegato in questo articolo ti verranno proposte al momento giusto e nel contesto giusto.

Dunque se ora ti sembra complicato ricordarle, sappi che nella pratica tutto sarà molto più semplice perché il software ti semplifica la vita, ma non ti farà vincere: le scelte di gioco saranno tutte tue

Come giocare a Poker – VI ASPETTIAMO PER LA TERZA LEZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scegli una lingua
Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish

Carta Platino American Express